menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Donna vittima di percosse (foto d'archivio)

Donna vittima di percosse (foto d'archivio)

Per 13 anni la picchia davanti al figlio, poi ubriaco la violenta in casa

La fine di un incubo lungo 13 anni: marito violento allontanato di casa, è accusato di maltrattamenti, violenza sessuale ed estorsione

Un incubo proseguito per più di 13 anni, fatto di botte e minacce, umiliazioni ed estorsioni, violenza e paura: è rimasta in silenzio a lungo, troppo a lungo, terrorizzata per le conseguenze di quello che sarebbe potuto succedere, se avesse parlato. Finché l'ennesima goccia non è traboccata da un vaso mai così colmo, pieno di rancore e di sofferenza: ha preso forza e coraggio, e ha denunciato l'orco ai carabinieri.

La bestia è il compagno di una vita

La “bestia” stavolta, come tante altre volte, è il marito, il compagno di una vita. Entrambi originari e residenti nella Bassa, i due vivono insieme da tanti anni: hanno cresciuto, insieme, un figlio che oggi è 17enne. Ma sarebbe addirittura dal 2006, quindi oltre una dozzina d'anni fa, che la situazione in famiglia sarebbe diventata ingestibile.

Un'escalation di violenza culminata nell'ultimo anno e mezzo. Quando le botte e le umiliazioni si sarebbero fatte sempre più frequenti, quasi quotidiane. Fino al punto di non ritorno, l'epilogo (per ora) della fine di novembre: quando a seguito della denuncia della donna, sono iniziate le indagini dei carabinieri.

Maltrattamenti, violenza sessuale ed estorsione

Pochi giorni fa hanno prelevato il marito violento, l'hanno portato in caserma e interrogato: nelle prossime ore sarà interrogato di nuovo, per lui la Procura ha chiesto l'arresto e il trasferimento in carcere. E' accusato di maltrattamenti, violenza sessuale ed estorsione. Si vedrà. Intanto in quella piccola casa si cerca di ricominciare a vivere. Alla fine di un incubo che sembrava non finire mai.

Tanti gli episodi che hanno segnato una vita. Le volte, le mille volte in cui il 46enne tornava a casa ubriaco, pretendeva un rapporto sessuale, la picchiava e la insultava. O quando le avrebbe estorto i soldi, che poi avrebbe speso per alcol e sostanze stupefacenti. A carico della donna c'erano anche il mutuo e le spese di casa. Quando il marito tornava dal lavoro, era solo violenza. Anche davanti al figlio, fin da quando era piccolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento