Cronaca

Ha violentato una ragazza: cerca di fuggire alla polizia, poi l'arresto

In manette un 30enne italiano

Un giovane italiano di 30 anni è stato arrestato giovedì sera dagli agenti della Volante di Brescia. La manette sono scattate in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa lo scorso 8 giugno, nell’ambito di un'indagine per violenza sessuale coordinata dal sostituto procuratore Alessio Bernardi e condotta dagli uomini della Squadra Mobile.

Quella che sembrava essere un'attività di controllo ordinaria, si è trasformata in un arresto dopo le verifiche eseguite nella banca dati. Tutto è iniziato in via Flero, quando il 30enne a bordo di un’auto è passato davanti a un posto di controllo, dove i poliziotti gli hanno intimato l'alt. La macchina anziché fermarsi ha accelerato, provando a far perdere le proprie tracce. Ne è nato così un breve inseguimento, che ha condotto i poliziotti fino a Via Dalmazia, dove il ragazzo ha fermato il veicolo. A quel punto è sceso tentando di dileguarsi a piedi, ma è stato subito raggiunto e bloccato dai poliziotti, ai quali ha opposto resistenza. 

Dai controlli è emerso che il 30enne era accusato di violenza sessuale per fatti accaduti a Brescia nello scorso mese di marzo, quando aveva conosciuto una ragazza in rete, violentandola una volta incontrata. A suo carico era attivo un provvedimento di custodia cautelare in carcere e, inoltre, in passato era già stato condannato in via definitiva per fatti analoghi.

Il giovane è stato dunque accompagnato in Questura e, successivamente, presso il carcere di Canton Mombello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha violentato una ragazza: cerca di fuggire alla polizia, poi l'arresto

BresciaToday è in caricamento