Lavori per strada e finestre aperte: tre in ospedale per il monossido

Tragedia sfiorata in una palazzina di Villachiara: tre persone ricoverate per lieve intossicazione. Una donna di 90 anni trovata priva di sensi sul divano di casa.

Foto d’archivio

Il killer silenzioso avrebbe potuto colpire ancora: tre intossicati martedì pomeriggio a Villachiara, in un condominio di Via Matteotti, tra di loro anche una signora di 90 anni che è stata ritrovata priva di sensi sul divano dalla nipote. In ospedale ci sono poi finiti anche l'altro nipote della donna, un ragazzo di 30 anni, e una signora di 66 anni che abita al piano di sopra.

La causa scatenante la piccola “epidemia” è riconducibile ai lavori di rimozione dell'amianto che si stanno svolgendo proprio all'esterno della palazzina coinvolta, in pieno centro al paese. Come da indicazioni precise, le finestre durante le ore di lavoro sarebbero dovute rimanere chiuse.

Ma complice il caldo, non tutti hanno rispettato la prescrizione. La signora in particolare si sarebbe addormentata sul divano, appunto con la finestra aperta: la stanza si sarebbe allora rapidamente riempita di monossido di carbonio, lasciandola stesa priva di sensi.

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Stroncato dalla malattia, papà di due bambine muore a soli 34 anni

  • Terribile incidente: schiacciato da 15 tonnellate di acciaio, muore padre di famiglia

Torna su
BresciaToday è in caricamento