Ragazzo morto in un incidente: usano il suo nome per truffare un'azienda

Un truffatore si è presentato a un'azienda come uno degli organizzatori del torneo di calcio "Alessandro Merli" di Villa Carcina

Alessandro Merli, morto in un incidente l'8 gennaio 2000

Sdegno a Villa Carcina per una truffa portata a termine da un malvivente, che è riuscito a raggirare un'azienda spacciandosi per uno degli organizzatori del torneo di calcio "Alessandro Merli", evento nato in memoria di un ragazzo del paese morto in un incidente nel 2000.

Il truffatore si è presentato giovedì mattina presso la ditta, i cui titolari - entusiasti di sostenere il nobile appuntamento - hanno dato la loro sponsorizzazione con alcune centinaia di euro. Di fronte alla richiesta di rilasciare una ricevuta, il truffatore ha poi dichiarato che sarebbe bastato chiamare in oratorio. Quando la telefonata è stata effettuata, era ormai troppo tardi: si era già dileguato con il denaro.

Più che la perdita dei soldi, comunque non trascurabile, resta l'amaro in bocca per un gesto davvero ignobile. Gli organizzatori del torneo hanno già denunciato l'accaduto ai carabinieri, e mettono in guardia tutte le aziende: "Non fidatevi di nessuno e identificate chiunque si presenti a nostro nome: l'episodio potrebbe ripetersi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Triumplina 43: la maxi-piazza commerciale con negozi, supermercato e ristoranti

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

Torna su
BresciaToday è in caricamento