A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

Gli agenti della Polstrada hanno scortato l’Audi di un papà di Lumezzane che stava accompagnando il bimbo malato in ospedale

Hanno visto arrivare a gran velocità un’Audi, e inevitabilmente hanno fermato il conducente: a bordo un papà disperato che stava correndo in ospedale per il suo bambino, colto da un improvviso malore.

E’ successo a Villa Carcina, giovedì sera intorno alle 20.30. La Polizia Stradale, impegnata in un posto di controllo di routine, ha fermato l’Audi che arrivava da Lumezzane a tutta velocità: a bordo, appunto, il padre preoccupato per le sorti del suo bambino.

L’etica e l’umanità prima di tutti: una volta inquadrata la situazione, gli agenti si sono offerti di accompagnare padre e figlio in ospedale. Li hanno scortati, con l’auto di servizio davanti a lampeggianti accesi, e l’Audi con il bimbo in pericolo subito dietro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto è bene quel che finisce bene: il piccolo è stato ricoverato al Civile, dov’è tutt’ora in osservazione, ma non in pericolo di vita. Immancabile i commossi ringraziamenti del padre, agli agenti protagonisti di una buona, bellissima azione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Va a fare la spesa, viene travolta sulle strisce: donna in fin di vita

Torna su
BresciaToday è in caricamento