rotate-mobile
Cronaca

Cadavere di un ragazzo ripescato dalle acque di un canale

L'ipotesi del suicidio: ritrovato senza vita nel canale

Il cadavere di un ragazzo è stato ripescato dalle acque di un canale a Villa d'Almè, nella Bergamasca, poco lontano dal fiume Brembo. Il corpo è stato avvistato mercoledì da un pescatore, che ha dato subito l'allarme, nella zona di Via Fonderia tra la pista ciclabile e il ponte che collega fiume e canale. 

L'ipotesi del suicidio

Il recupero non è stato facile, organizzato dai Vigili del Fuoco con l'intervento anche degli specialisti del Nucleo speleo-fluviale: i rilievi sono stati affidati ai Carabinieri. Il ragazzo - di età compresa tra i 20 e i 30 anni - pare fosse morto ormai da diverse ore. Non è stato immediatamente identificato, in quanto con sé non aveva i documenti.

Indossava solo un paio di scarpe, jeans e maglietta: niente portafoglio né cellulare. Non risulterebbero nemmeno denunce di scomparsa. L'ipotesi più accreditata è anche la più drammatica: si sarebbe tolto la vita gettandosi volontariamente nel fiume.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere di un ragazzo ripescato dalle acque di un canale

BresciaToday è in caricamento