Insulti ai vigili dopo la multa: su Facebook scatta la denuncia

Il comandante della locale di Roncadelle ha denunciato alcuni utenti del gruppo Facebook "Sei di Roncadelle se..." che avrebbero ricoperto di insulti i vigili urbani sul social network

Liberi di pensare e di scrivere qualsiasi cosa su un foglio di carta, ma fare attenzione a quello che si digita su una pagina virtuale. Soprattutto se le opinioni si trasformano in insulti alle forze dell'ordine. Il 'Facebook Gate' è scoppiato a Roncadelle, in seguito ad alcuni commenti, non proprio da manuale di bon ton, spuntati sulla pagina del gruppo "Sei di Roncadelle se..".  Esternazioni che hanno indispettito parecchio il comandante della Locale, Luca Treccani, che ha deciso di denunciare una decina di persone che da dietro lo schermo di pc e smartphone avrebbero preso di mira lui e i suoi agenti.

A scatenare un ferocissima polemica un post che dà notizia di una multa presa da un cittadino disabile, "colpevole" di sostare con l'auto davanti alla vetrina del macellaio. Un episodio che ha indignato e fatto parecchio arrabbiare alcuni utenti del gruppo, che se la sono presa con i vigili, mentre il disabile ha poi ammesso pubblicamente di avere torto.

Ma per "i giudici" da tastiera la 'colpa' era degli agenti della Locale che sono stati sommersi da aspre critiche e da insulti più o meno velati, che non sono passati inosservati. Toni troppo accessi che hanno indispettito parecchio il comandate, che ha deciso di procedere per vie legali. 

Gli autori dei post più pesanti sono stati convocati in Comune, dove sono stati informati, dallo stesso comandante, dell'avvio del procedimento penale a loro carico e gli è stato consigliato di trovarsi un avvocato. Il caso giace ora sui tavoli della Procura di Brescia, che deciderà se procedere e quindi andare a processo o archiviare la questione.  

Il provvedimento non ha scoraggiato il popolo della rete e smorzato la polemica. Scorrendo la pagina si legge: "A quanto pare la locale si preoccupa di denunciare ragazzi su questo gruppo per i commenti fatti piuttosto di pensare alle cose serie... NO COMMENT, sempre peggio", oltre a diversi post che citano gli articoli della Costituzione in materia di libertà d'espressione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento