menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Trovata morta in via Nullo: la tragedia della solitudine, forse un'overdose

La salma a breve sarà a disposizione della famiglia per organizzare i funerali: la donna di 54 anni trovata sabato senza vita è morta per cause naturali

La tragedia della solitudine di una donna ai margini della società. Nessuna violenza, nessun omicidio: la 54enne trovata senza vita in un'area dismessa di Via Nullo è morta per cause naturali. Questo quanto ha rilevato l'autopsia, i cui risultati sono stati resi noti da poche ore: a breve sono attesi anche gli esiti delle analisi tossicologiche, per verificare se possa essere morta per overdose.

La salma presto sarà a disposizione dei familiari, già allertati dell'accaduto: la donna lascia tre figli, e che a quanto pare non vedeva da tempo. Una vita difficile, al limite: da tempo era nota alle forze dell'ordine, per piccoli furti, reati contro il patrimonio. Espedienti di cui spesso viveva per comprarsi una “dose”.

E' proprio la droga il problema che l'ha perseguitata da anni, e che l'avrebbe allontanata irreversibilmente dai suoi familiari. Viveva a Brescia, ma senza fissa dimora. Le sue condizioni di salute erano assai precarie: dall'esame autoptico sono emerse situazioni complicate sia per l'apparato cardiocircolatorio che per quello respiratorio. 

Era sola quando si è sentita male. Il corpo senza vita è stato ritrovato per caso, sabato mattina, da un ex detenuto appena scarcerato, e che si è diretto in Via Nullo per recuperare alcuni effetti personali che aveva lasciato lì, prima di essere arrestato. Anche questa è Brescia: la città degli invisibili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento