Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Via Faustino Bocchi

Migranti, nuovo centro d'accoglienza in città: è già polemica

La struttura aperta poche settimane fa in via Bocchi, quartiere residenziale della città, ospita 39 richiedenti asilo, tra cui 5 bambini

immagine d'archivio

Via Brocchi, tra case e condomini vuoti prende vita un nuovo progetto di accoglienza dei richiedenti asilo. L'apertura risale a qualche settimane fa, a gestire il centro d'accoglienza e i suoi 39 ospiti, è la cooperativa Ekopra di Bovezzo, che ha partecipato al bando della Prefettura

Una palazzina di 5 appartamenti accoglie una quarantina di richiedenti asilo, in buona parte provenienti dal Pampurri e di nazionalità nigeriana e ivoriana. Tra loro  5 coppie, 3 mamme sole e 3 bambini, che tra  quelle stanze, arredate con mobili Ikea, riceveranno assistenza per l'avvio delle pratiche di richiesta d'asilo, impareranno l'italiano e verrano avviati al lavoro.

Nuovi arrivi che hanno già fatto discutere sia nelle strade e nei bar del quartiere residenziale, che nelle stanze della politica.  I residenti si dividono tra chi  dona indumenti e alimenti e chi protesta, i politici del carroccio danno il via alla polemica. In prima fila  Fabio Rolfi - ex  vice sindaco, ora capo gruppo della Lega Nord in Regione -  che definisce inaccettabile questa nuova collocazione degli immigrati in un quartiere residenziale della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, nuovo centro d'accoglienza in città: è già polemica

BresciaToday è in caricamento