menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzo ubriaco picchia un carabiniere, poi prende a testate un muro

È successo nella notte tra sabato e domenica a Vestone. L'uomo, un 30enne straniero ai domiciliari, è stato arrestato dai Carabinieri con l'accusa di evasione e resistenza a pubblico ufficiale

Ancora qualche mese di arresti domiciliari, da scontare per reati contro il patrimonio, un’attesa troppo lunga per un 30enne straniero di casa a Vestone: sabato notte ha deciso di fregarsene delle disposizioni del giudice ed è uscito per 'fare festa' nei bar della zona.

Durante la nottata si è però imbattuto in una pattuglia dei Carabinieri, che stava effettuando un servizio di controllo della zona. L'uomo, che aveva alzato un po' troppo il gomito, avrebbe completamente perso le staffe: è stato bloccato dopo una lunga colluttazione.

Il 30enne avrebbe malmenato un militare, nel tentativo di divincolarsi. Una volta fermato è stato trasportato in caserma dove avrebbe continuato a dare di matto, prendendo a testate il muro e cercando di farsi del male. A quel punto i militari hanno chiamato il numero unico per le emergenze, che ha inviato sul posto un'ambulanza.

A preoccupare i sanitari, più che le ferite, l'elevato tasso alcolemico del 30enne: è stato trasportato all'ospedale di Gavardo per le cure del caso. Dopo la dimissione dal nosocomio per lui sono nuovamente scattate le manette per evasione e resistenza a pubblico ufficiale.

L'arresto è stato poi convalidato dal giudice. Non sarebbe nemmeno la prima volta che l'uomo viola la misura cautelare: sarebbe già stato arrestato altre volte per essere evaso dai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento