Lite tra detenute al carcere di Verziano

Cancelli aperti in via sperimentale: scoppia la rissa tra 4 detenute, coinvolte 10 persone.

L’idea era quella di allentare un po’ il peso della reclusione. E così venerdì sera nel carcere di Verziano, che conta circa un centinaio di detenuti, di cui 34 donne, si è provato ad aprire le porte tra due sezioni.

Senza fare i conti però con l’insufficiente numero di agenti, problema ormai cronico delle strutture penitenziare italiane. Sembrava procedere tutto per il meglio fino a quando un banale bisticcio tra 4 detenute si è trasformato in una vera e propria rissa. Altre 6 sono rimaste coinvolte, probabilmente nel tentativo di separarle; tutte e 10 sono rimaste contuse.

Antonio Fellone, segretario generale del Sinappe, un sindacato della Polizia Penitenziaria, dichiara, come riportato da Bresciaoggi: “Quanto avvenuto l'altra sera è da considerarsi episodio raro e grave, legato al fatto che al momento era presente solo un'agente della Polizia penitenziaria dato che la collega era in mensa. Una persona sola per oltre trenta detenute è troppo poco. Da sempre sollecitiamo l'adeguamento degli organici a Verziano”.

Nessun commento al momento da parte della Direzione del carcere, in attesa del rientro della direttrice Francesca Paola Lucrezi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento