Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Brutale aggressione in strada: donna riempita di botte e rapinata

Intorno alle 7.15  di venerdì 23 febbraio, una donna bresciana di 51 anni stava passeggiando da sola a Verona lungo Corso Cavour, quando da lontano ha notato due ragazzi che si stavano avvicinando con fare sospetto. Da quel momento in poi per lei è iniziato un vero e proprio incubo: uno dei due giovani ha iniziato a darle dei pugni in testa, mentre l’altro la strattonava nel tentativo di portarle via la borsa.

La signora 51enne si è quindi accasciata a terra, dolorante, ma con la borsetta ancora sulla sua spalla. I due ragazzi hanno continuato a riempirla di botte, finché non sono riusciti a impossessarsi della borsa, per poi allontanarsi a piedi correndo. La donna, malconcia, è riuscita ad alzarsi e, su indicazione di un passante che aveva visto i carabinieri in una via poco distante, è corsa da loro a chiedere aiuto.

Immediatamente sono partite le ricerche da parte dei militari: ben sette autoradio hanno pattugliato la zona e le strade limitrofe a Corso Cavour e, nei pressi della Stazione ferroviaria di Porta Nuova, i carabinieri sono riusciti ad individuare due soggetti corrispondenti alla descrizione fornita dalla vittima.

Una volta portati in caserma, perquisiti ed identificati, i due cittadini albanesi classe 1993 e 2000, entrambi incensurati e il più giovane ancora minorenne, sono stati trovati in possesso proprio del denaro rubato alla donna, del suo tablet e del portafogli. Nell'immediato sono stati entrambi tratti in arresto con l'accusa di rapina e sono stati portati uno presso il carcere veronese di Montorio, l’altro al centro per minori di Treviso. La 51enne, dopo le cure ricevute presso il pronto soccorso di Verona, è stata giudicata guaribile in 15 giorni.

Fonte: Veronasera.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutale aggressione in strada: donna riempita di botte e rapinata

BresciaToday è in caricamento