menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimba di 2 anni rischia di soffocare, la babysitter le salva la vita

L'episodio mercoledì mattina a Verolavecchia: una bimba di soli 2 anni ha rischiato di soffocare con un ciondolo, ma è stata salvata dalla sua tata, la 25enne Anita Zorzi

Una bimba di soli 2 anni ha rischiato di morire soffocata dopo aver inavvertitamente inghiottito il ciondolo con cui stava giocando: a salvarle la vita la sua giovane tata, la 25enne Anita Zorza, tra l'altro volontaria nel Gruppo Verolese dei Volontari del Soccorso di Verolanuova. Una storia a lieto fine, per fortuna, dopo un grande spavento.

L'episodio è stato raccontato sulle pagine di Bresciaoggi. La piccola avrebbe rischiato di soffocare mercoledì mattina a Verolavecchia. Davvero una questione di pochi attimi: la ragazza si è accorta che qualcosa non andava, che la piccola non stava bene. Non ci ha pensato a lungo, è subito intervenuta: grazie alle “manovre” imparate nelle sua seppur breve esperienza di soccorritrice, è riuscita a farle sputare il ciondolo. E a salvarle la vita.

La piccola non ha nemmeno pianto, racconta Anita: ha sputato il ciondolo e ha ricominciato a respirare. La bimba è stata salvata grazie a una precisa manovra di disostruzione pediatrica. La prevenzione e la formazione prima di tutto: ci sono voluti pochi secondi per salvare la bambina. Ogni attimo di ritardo poteva essere fatale.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento