Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Verolanuova

Spacciava di fronte alla scuola e all’oratorio: ragazzino nei guai

I carabinieri hanno accertato numerose cessioni, per un giro d'affari di circa 3000 euro. Il minorenne è stato affidato a una comunità di recupero

Non ancora maggiorenne, era a capo di un giro di droga che in poco meno di un anno gli aveva fruttato circa 3000 euro. In paese era il punto di riferimento per tutti i giovani e giovanissimi che volevano consumare hashish e marijuana.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, tra l'estate del 2017 e la primavera del 2018 avrebbe venduto oltre 100 grammi di marijuana e 200 di hashish. Ora per il ragazzino bresciano, di casa nella Bassa, si sono aperte le porte di una comunità di recupero.

I clienti erano i suoi conoscenti: i compagni di scuola e della squadra di calcio dove giocava, i vicini di casa, gli amici d'infanzia. Le cessioni avvenivano in luoghi pubblici e anche piuttosto frequentati: la piazza del paese, il piazzale di fronte alla scuola, l'oratorio. Un modo di fare 'plateale' che ha attirato l'attenzione di militari della Compagnia di Verolanuova, i quali hanno accertato accuratamente la lucrosa e illegale attività del minore.

La gravità della condotta, la scaltrezza e disinvoltura nello spaccio ed il comportamento in tutto e per tutto assimilabile a quello di un adulto, hanno portato il gip del Tribunale per i minorenni di Brescia ad emettere la misura del collocamento in comunità dove il minore dovrà seguire un programma di recupero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava di fronte alla scuola e all’oratorio: ragazzino nei guai

BresciaToday è in caricamento