rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Verolanuova

Non sopravvivono al parto, vitellini morti gettati nella roggia

Macabro ritrovamento lunedì a Verolanuova: tre carcasse di vitellini sono state recuperate dalla roggia Calcagna.

Si sono sbarazzati di tre bestiole appena nate, e non sopravvissute al parto, gettandole nella roggia Calcagna. Individuare gli autori non sarà facile, ma il gesto non è certo passato inosservato. Le carcasse dei tre vitellini sono infatti state avvistate dai residenti nel corso d'acqua, che termina nel fiume Oglio, ed è immediatamente scattata la segnalazione.

Il macabro ritrovamento lunedì a Verolanuova: sul posto, oltre a un volontario delle guardie ittiche venatorie, sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale e i tecnici dell'agenzia della salute di Brescia.
Si indaga per risalire all'allevamento responsabile dello smaltimento illegale, ma sulle carcasse dei vitellini non c'era ovviamente alcun marchio. Una triste storia che si ripete: nel 2021 sarebbero già una ventina le bestiole morte rinvenute nella roggia che attraversa diversi comuni della Bassa Bresciana. 

Tutto per risparmiare sulle spese di smaltimento delle carcasse: una volta gettate nei corsi d'acqua, sono le amministrazioni comunali dei territori in cui vengono ritrovate a doversi occupare di tale incombenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non sopravvivono al parto, vitellini morti gettati nella roggia

BresciaToday è in caricamento