rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Verolanuova

Maiali ammassati e rifiuti pericolosi, nei guai allevamento di Verolanuova

Blitz dei Carabinieri Forestali in un allevamento di Verolanuova: il titolare è stato denunciato e rischia fino a 1 anno di carcere, oppure una multa salatissima (fino a 26mila euro)

Allevatore di maiali della Bassa Bresciana finisce nei guai dopo un accertamento dei Carabinieri Forestali: il giovane imprenditore bresciano – 40 anni, di Verolanuova – rischia il carcere fino a un anno, e una multa salatissima, fino a un massimale di 26mila euro. Solo pochi giorni fa il blitz dei militari della stazione di Iseo.

I Forestali hanno effettuato vari controlli all'interno di un allevamento intensivo di maiali di Verolanuova, non è dato sapere se a seguito di segnalazioni. L'allevamento, autorizzato per ospitare solo maialini novelli, ospitava in realtà (e in gran sovrannumero) anche maiali da ingresso, il tutto in assenza delle previste autorizzazioni ambientali.

Insomma, i maiali erano ammassati l'uno vicino l'altro, in numero eccessivo e soprattutto senza autorizzazione, la cosiddetta Aia, l'Autorizzazione integrata ambientale. Questa è anche l'accusa mossa nei confronti dell'allevatore, che appunto rischia addirittura il carcere, fino ad un anno.

Oltre alle indagini per gestione di allevamento in assenza di Aia, il 40enne bresciano dovrà rispondere anche per deposito incontrollato di rifiuti pericolosi e non. I controlli dei Forestali continuano, a caccia di illeciti e di irregolarità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maiali ammassati e rifiuti pericolosi, nei guai allevamento di Verolanuova

BresciaToday è in caricamento