Ventottenne pakistano perde il lavoro e si suicida gettandosi nel lago

L'episodio è accaduto a Salò. Alcuni testimoni hanno visto il giovane allontanarsi da un gruppo di amici per poi gettarsi in acqua

Dopo aver perso il lavoro, era in preda alla disperazione. E’ stato forse questo il motivo che ha spinto un 28enne di origini pakistane, da cinque anni residente a Salò, a gettarsi nel lago di Garda. 

E' l'ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri di Salò, dopo che inizialmente si era pensato ad un incidente. Infatti, alcuni testimoni, avevano notato il giovane allontanarsi da un gruppo di amici per poi gettarsi in acqua. Il corpo è stato recuperato qualche ora dopo dai sub volontari del Garda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento