Cronaca

Gu: «Vasco soffre, ma si sente carico di responsabilità»

«L'ho sentito via sms - ha dichiarato il tecnico bresciano del Blasco - soffre e si sente carico di responsabilità, ma è sereno. Prima di tutti i ragionamenti che si possono fare sulla rockstar, c'è il pensiero per l'uomo»

Diego Spagnoli ha iniziato a lavorare per Vasco nel 1982, l’anno in cui l’Italia vinceva i Mondiali di calcio in Spagna. Detto «Gu», col passare del tempo è diventato tecnico di fiducia della arci-star del rock italiano. «Io spero solo che stia bene. – ha dichiarato sulla salute del Blasco - Lavoro per lui e, logicamente, il suo stop è bel problema per me come per tutto lo staff che cura i suoi tour. L'ho sentito via sms: soffre e si sente carico di responsabilità, ma è sereno. Prima di tutte le preoccupazioni personali e di tutti i ragionamenti che si possono fare sulla rockstar, c'è il pensiero per l'uomo. Voglio solo che stia bene».

Poi, sulle recenti critiche mosse per i messaggi lanciati da Facebook, ha aggiunto: «Vasco ha vissuto in una gabbia. È da sempre sotto i riflettori, non può avere una vita normale. Su Facebook forse si sente «liberato» e dice tutto quello che pensa. Ha usato questo mezzo per andare verso gli altri e lo fa in modo coerente, nel bene e nel male. Chiaro, è un'arma a doppio taglio, ma ce ne fosse di gente che si prende la responsabilità di quello che dice come fa lui...».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gu: «Vasco soffre, ma si sente carico di responsabilità»

BresciaToday è in caricamento