Atti vandalici e pallonate alle vetrate, baby-gang terrorizza le piscine

Sono giovanissimi, tutti minorenni, i componenti della baby-gang che si è “installata” alle piscine comunali di Mompiano. Indaga la Polizia Locale

Alla metà di luglio un altro blitz a Mompiano, ma questa volta notturno: i vandali sono entrati dal retro e con alcuni cacciaviti (poi ritrovati sul luogo del “delitto”) hanno fatto un buco nella vetrata antisfondamento del bar. Non è chiaro se sia stato portato via qualcosa, ma intanto il vetro in poche ore si è letteralmente frantumato, andando in mille pezzi con tutti i rischi del caso.

Attualmente è ancora rotto, dovrà essere riparato: altri danni a carico della collettività (ricordiamo, le piscine sono comunali). Dell'accaduto è già stata informata la Polizia Locale, già al lavoro per accertare le eventuali responsabilità. La baby-gang di Mompiano potrebbe essere la stessa che ancora a luglio aveva colpito anche alle piscine di Brescia Due, in Via Lamarmora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono entrati di notte, hanno raggiunto la vasca olimpionica e si sono scatenati: vi hanno rovesciato all'interno la schiuma degli estintori, ci hanno buttato dentro anche i tavoli e le sedie. E c'è anche una nota amara: “Quando la Polizia fa intervenire i genitori – spiega ancora Barozzi a Il Giorno – gli adulti li difendono”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento