Atti vandalici e pallonate alle vetrate, baby-gang terrorizza le piscine

Sono giovanissimi, tutti minorenni, i componenti della baby-gang che si è “installata” alle piscine comunali di Mompiano. Indaga la Polizia Locale

Le piscine di Mompiano in balia di una baby-gang di vandali e casinisti: sono tutti ragazzi italiani, e tutti minorenni, che da qualche tempo infastidiscono e danneggiano le strutture di Via dello Stadio. Lo scrive Il Giorno, che riporta le parole di Sarah Barozzi, una dipendente delle piscine comunali, addetta alla segreteria.

“Non riusciamo a fermarli – racconta – eppure sono sempre le stesse persone. Sono sei o sette quindicenni, italiani, strafottenti e ingestibili”. I fatti di cronaca in effetti cominciano a essere un po' tanti. L'ultimo in ordine di tempo solo un paio di giorni fa, il 30 luglio scorso: intorno alle 19 hanno sfondato una vetrata che si affaccia sulle vasche interne, con un pallone.

Non è dato sapere se l'abbiano fatto apposta o meno: ma sta di fatto che anche il quel caso stavano giocando a calcio in una zona vietata. Nel lungo elenco dei casi accertati si registrano anche fastidiosi schiamazzi, partite di pallone in mezzo ai bagnanti, ingressi senza pagare il biglietto scavalcando tornelli e recinzioni.

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Stroncato dalla malattia, muore l'imprenditore Attilio Lonardi: lascia moglie e figli

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

Torna su
BresciaToday è in caricamento