Cronaca

Non risponde ai familiari: il dottor Valter Cotti Cometti trovato morto in casa

"Un vuoto immenso": tanto il cordoglio per la scomparsa

In tutta la Valcamonica l'incredulità è diffusa per l'improvvisa scomparsa del dottor Valter Cotti Cometti: è stato trovato senza vita nella sua abitazione a seguito dell'allarme lanciato dai familiari, che per diverse ore non sono riusciti a contattarlo. Classe 1963, aveva 58 anni. Un pezzo di storia della sanità bresciana.

Una lunga carriera medica

Dopo il diploma al liceo Golgi di Breno si era laureato con lode (nel 1990) in Medicina e chirurgia, con contestuale abilitazione all'esercizio della professione: si era poi specializzato in neurologia e cardiologia. Dai primi anni Novanta ha lavorato per l'ospedale di Esine, nel reparto di Cardiologia: dal 2009 era diventato responsabile dell'unità operativa semplice di Terapia intensiva cardiologica.

Finita l'esperienza nel pubblico, ha continuato a esercitare la professione anche da privato: in ultimo la sua collaborazione con il Poliambulatorio Benessere di Darfo Boario Terme. Grande il suo impegno nella vita comunitaria: era instancabile membro del Rotary, e pure vicario di Brescia degli ordini dinastici della “real casa” di Savoia.

"Un vuoto immenso dentro di me"

Cotti Cometti lascia i figli Emilio ed Elide. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore alla famiglia. “Un vuoto immenso dentro di me – scrive il dottor Gian Citroni – per il grande amico fraterno che era ed è ancora nel mio cuore. Era un riferimento professionale per tutti: seppur medico da 43 anni, quando avevo dei dubbi diagnostici chiedevo consiglio a lui, preparatissimo e sempre disponibile. Quanti episodi belli insieme, con un'allegria che gli nasceva spontanea e che lo rendeva un istrione creativo e trascinatore. Ciao Valter”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non risponde ai familiari: il dottor Valter Cotti Cometti trovato morto in casa

BresciaToday è in caricamento