Assegni falsi e merce mai pagata: 5 arresti, truffa da 400.000 euro

In manette quattro bresciani e una donna residenti in Valcamonica: base operativa a Sulzano, magazzino a Bagnolo Mella. In due anni avrebbero messo a segno più di una cinquantina di truffe

La loro base operativa (dove tra l'altro venivano preparati e stampati gli assegni falsi) a Sulzano, sul lago d'Iseo, il loro magazzino a Bagnolo Mella. I maghi della truffa in salsa bresciana: in circa due anni truffati almeno una cinquantina di imprenditori e commercianti. Valore della merce comprata e non pagata: più di 400mila euro.

Adesso rischiano grosso: sono cinque le persone arrestate dai carabinieri. Indagini che sono partite dalla Valcamonica e poi hanno coinvolto tutta la provincia e anche oltre, nel Nord Italia e fino al centro. Veri professionisti del raggiro: in manette ci sono finiti una giovane donna di 35 anni, di Sale Marasino, un 59enne di Darfo, un 29enne di Piancamuno, un 59enne di Angolo Terme e un 53enne senza fissa dimora, ma comunque riconducibile alla valle.

Le accuse: i malviventi sono accusati di associazione a delinquere, finalizzata alla commissione di truffe con realizzazione e utilizzo di documenti d'identità e titoli di credito falsi. Un modus operandi sempre simile a se stesso, ma sempre efficace.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Provincia di Brescia, Comunali 2019: i primi 23 nuovi sindaci eletti

  • Cronaca

    Ciclabile verso la Valtellina: il sogno si avvera

  • Cronaca

    Baby gang in centro: 16enne colpito con un pugno al volto

  • Cronaca

    Cade in chiesa e batte la testa, gravissima una donna

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: il dolore di figli e marito

  • Grandine e nubifragi nel Bresciano: strade allagate, traffico nel caos

  • "Ucciso dai nipoti e messo in un sacco per far sparire il cadavere"

  • Schianto in galleria: feriti estratti dalle lamiere, strada chiusa

  • Ragazze portate d'urgenza al pronto soccorso, intanto il medico abusava di loro

Torna su
BresciaToday è in caricamento