Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Nel cuore della Valcamonica una discarica abusiva di rifiuti speciali

Il blitz dei Carabinieri del NOE, a Paisco Loveno: in un’area dismessa, un tempo pista d’atterraggio, i militari hanno trovato una vera e propria discarica abusiva, dove c’è di tutto. Rottami ferrosi e da edilizia, liquidi chimici e rifiuti speciali

Un piccolo paese della Valcamonica di poco più di 200 anime era diventato un centro di raccolta per rifiuti speciali anche pericolosi non indifferente: la scoperta, avvenuta in queste ore, di un’area un tempo adibita all’atterraggio degli elicotteri e poi trasformata in una vera e propria discarica abusiva.

Siamo a Paisco Loveno, lungo la strada comunale che collega il paese alla frazione di Grumello: in quella vasta area, teoricamente una pista d’atterraggio, i Carabinieri del NOE (Nucelo Operativo Ecologico) ci hanno invece trovato di tutto.

Vecchie batterie, rottami ferrosi, bidoni e latte di sostanze liquide non ancora identificate, elettrodomestici e apparecchi elettronici fuori uso, materiale edile e rifiuti vari, catrame e rifiuti speciali. Una discarica a cielo aperto che scuote la valle bresciana, alle prese con un escalation inquinante che nelle ultime settimane ha coinvolto quasi tutta la Provincia, da Rezzato a Chiari, da Sarezzo a Cazzago San Martino.

L’area di Paisco Loveno è stata recintata e posta sotto sequestro: è scattata la denuncia contro ignoti. I militari continueranno ad indagare, anche ascoltando le voci di paese; nei prossimi giorni sul posto anche ARPA e ASL per le dovute analisi tecniche, oltre ad un primo prospetto per la futura bonifica del luogo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel cuore della Valcamonica una discarica abusiva di rifiuti speciali

BresciaToday è in caricamento