Edolo: uccide camoscio di un anno, in casa un mezzo arsenale

Il bracconiere è stato fermato dal Nucleo ittico venatorio del distaccamento di Edolo. Sull'uomo indagini in corso coordinate dal pm Silvia Bonardi

Fermato per aver ucciso un giovane camoscio di solo un anno, lo trovano in possesso di un mezzo arsenale. Protagonista un cacciatore di Edolo, esperto con qualifica per abbattimenti selettivi.

Bracconiere brucia gli occhi
ai tordi da richiamo per farli cantare meglio

Gli uomini del Nucleo ittico venatorio, fermato il cacciatore per bracconaggio sui monti dell'Alta Valcamonica, hanno proceduto alla perquisizione della cascina di sua proprietà, dove sono state scoperte diverse armi incustodite, tra cui proiettili, due carabine con ottiche e cavalletti d'appoggio, un silenziatore e altro materiale per la caccia mai denunciato.

L'identità dell'uomo è stata segnalata alla Prefettura per la violazione sulla custodia delle armi, alla Questura per la licenza di caccia, nonché all'Ufficio Caccia provinciale per la revoca della licenza.

Ulteriori indagini sulle armi ritrovate sono tuttora in corso, coordinate dal pm Silvia Bonardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento