rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Urago d'Oglio

Inseguimento e sparatoria tra famiglie rivali: tutto sarebbe cominciato a un matrimonio

Con il passare delle ore si chiariscono i contorni del pomeriggio di terrore vissuto a Urago d’Oglio

Litigi e conflitti  sarebbero cominciati durante un matrimonio e sono poi culminati in un folle inseguimento con sparatoria. Si chiariscono con il passare delle ore i contorni del pomeriggio di terrore vissuto, giovedì, nel centro di Urago d’Oglio. All’origine dello scontro - anche - a fuoco tra due famiglie di etnia Rom ci sarebbero dei dissidi nati appunto durante una festa di nozze. Le ragioni per cui le due famiglie sono entrate in conflitto restano però ancora da comprendere. 

Numerose persone avrebbero assistito al regolamento di conti - avvenuto in pieno giorno e in pieno centro -  tra cui anche il sindaco della cittadina della Bassa, che nelle scorse ore ci ha raccontato gli attimi drammatici vissuti da lui e dai suoi concittadini. Tutto è successo poco prima delle 18: i componenti delle due famiglie rivali prima avrebbero dato vita ad una rissa in via Roma, poi si sarebbero inseguiti a folle velocità per le strade del centro del paese. Almeno tre le vetture coinvolte, a bordo tra le 7 e le 10 persone: due vetture – una Bmw e una Mercedes – sono subito state individuate, la terza è stata fermata in seguito. 

Tra sorpassi, manovre azzardate, tentativi di speronamento, strade imboccate contromano, e soprattutto una serie di colpi di pistola sparati in rapida sequenza, due auto sono finite fuori strada: la Bmw, sulla cui carrozzeria restano i fori lasciati dai proiettili, e la Mercedes. Per fortuna nessuno è rimasto ferito: sul posto sono tempestivamente intervenuti i carabinieri di Rudiano e Chiari che hanno identificato le persone a bordo delle due auto, tutte con precedenti alle spalle.

Al momento sono tre le persone indagate - a vario titolo - per tentate lesioni, minacce e tentata rapina. Nelle scorse ore è stata trovata - e sequestrata - nella soffitta di un condominio del paese anche la pistola dalla quale sono presumibilmente partiti i colpi esplosi nel centro del paese. L’arma sarà analizzata dai Ris di Parma per gli accertamenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento e sparatoria tra famiglie rivali: tutto sarebbe cominciato a un matrimonio

BresciaToday è in caricamento