Cronaca

Hashish e cocaina dietro il bancone del bar: arrestate mamma e figlia

La donna, una 37enne marocchina, ha coinvolto nell'attività di spaccio la figlia di soli 15 anni: entrambe sono finite in manette. Tutto è nato da un controllo effettuato dai Carabinieri in una stazione di servizio di Urago d'Oglio

immagine d'archivio

Ufficialmente gestiva un bar ad Antegnate, comune della bergamasca al confine con la nostra provincia, per 'arrotondare' aveva messo su un giro di spaccio, coinvolgendo nell'attività illecita pure la figlia adolescente.

A finire nei guai una 37enne marocchina, titolare del "Ajwa Fbs", dove i Carabinieri hanno trovato 2,63 grammi, 25 grammi di cocaina in involucro, un bilancino di precisione - questi ultimi nascosti nella borsa della 15enne - e  800 euro in vario taglio: i proventi dell'attività di spaccio. I militari hanno sequestrato tutto e condotto al carcere di Verziano la madre, mentre la figlia attende l'udienza di convalida nel centro d'accoglienza di Milano. 

Le indagini sono partite da un controllo effettuato su un'auto nel parcheggio della stazione di servizio Tamoil di Urago d'Oglio nel pomeriggio di mercoledì. A bordo della vettura un 47enne di calcinate e la 37enne marocchina.

Alla vista dei carabinieri l'uomo ha tentato di nascondere una bustina di hashish sotto il sedile, un movimento che non è passato inosservato, come quello della marocchina che ha provato a disfarsi di alcune dosi di cocaina  lanciandola dal finestrino. 

Nella successiva perquisizione sono saltati fuori ben 1.600 euro dal portafoglio della donna. Una consistente cifra di denaro contate che ha portato i militari ad approfondire le indagini, portandoli al bar di Antegnate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish e cocaina dietro il bancone del bar: arrestate mamma e figlia

BresciaToday è in caricamento