menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzo preso a bastonate dai ladri, madre sotto shock: “Viviamo nel terrore”

Ha provato a difendere la sua abitazione dai ladri ed è stato preso a bastonate in faccia: ora è steso in un letto del Civile di Brescia, dove ha subito un intervento chirurgico per ridurre la brutta frattura alla zigomo. La famiglia aveva giù subìto un furto

Giancarlo Armici - il coraggioso 30enne che ha difeso la sua abitazione dai ladri - è provato per l'operazione subita, ma sta bene. Il suo viso è ancora gonfio e pieno dei lividi lasciati dalle bastonate rimediate lunedì sera, quando alcuni malviventi hanno provato ad intrufolarsi nella casa in cui vive con i genitori, in via De Gasperi a Urago d'Oglio.

Una sequenza drammatica, un pestaggio violento che il giovane, ancora ricoverato nel reparto di chirurgia Maxillo-facciale dell'Ospedale Civile, non ha voglia di ripercorrere. A parlare è mamma Maria Rosa: "Adesso vivo nel terrore - esordisce la donna - ho rischiato di perdere mio figlio e mio marito, anche lui è stato colpito da una bastonata: fortunatamente al braccio e non al volto, come Giancarlo. Io non sono mai stata razzista, anzi ho sempre cercato di aiutare i più bisognosi, ma dopo quello che ci è successo è difficile non esserlo. Neanche tra le mura della propria casa si può stare tranquilli e se si prova a difendersi si rischia la vita".

Non è la prima volta che la famiglia Armici deve fare i conti con i ladri: "Abbiamo subìto un furto anche tempo fa, quella volta i malviventi sono entrati approfittando della nostra assenza. Quando sono rincasata ho trovato tutto in disordine, ogni stanza messa a soqquadro: si erano presi tutto l'oro che avevo. L'altra sera mio figlio Giancarlo ha sentito dei rumori sospetti e ha cercato di mettere in fuga i ladri urlandogli di andare via, poi è uscito sul balcone e se li è trovati di fronte."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento