Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Urago Mella / Via della Chiesa

Baby ladri sorpresi in casa a rubare: tuffo nel fiume per fuggire dalla polizia

L'episodio lunedì pomeriggio a Urago Mella: protagonisti un 14enne e un 17enne di origine serba. Fermati dalla Polizia Locale, ora sono entrambi in una comunità del Bresciano

Due colpi in poche ore in un quartiere alla periferia di Brescia: a metterli a segno, in pieno pomeriggio, due ragazzini di 14 e 17 anni. Il primo andato a buon fine in via Della Chiesa, il secondo, sventato dall'arrivo dei proprietari di casa, in via Interna. 

Poi la fuga, a piedi, lungo l'argine del fiume Mella: inseguiti prima da un residente, poi dagli agenti della polizia locale di Brescia, allertata dalle vittime del secondo colpo. Disposti a tutto, perfino a tuffarsi nel corso d'acqua, pur di evitare le manette.

Tutto inutile: ad attendere i due ragazzini sulla sponda opposta del Mella c'era infatti un'altra pattuglia. Entrambi sono stati accompagnati al comando di via Donegani per essere identificati: entrambi di origine Serba e senza fissa dimora, erano sprovvisti di documenti.

Agli agenti hanno riferito di abitare in un campo Rom alle porte di Roma e nulla di di più. Tanto che per stabilire la loro effettiva età è stato necessario portarli in ospedale ed effettuare un esame radiografico.

Giovani ma già esperti in materia di furti: il 17enne faceva da 'palo', mentre il 14enne, dopo aver forzato le porte d'ingresso, ripuliva gli appartamenti. I due avrebbero messo insieme un bottino niente male: 700 euro in contanti, un orologio di valore e un cellulare. 

Entrambi sono stati arrestati per furto: in attesa del processo, sono stati trasferiti in una comunità per minorenni della nostra provincia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby ladri sorpresi in casa a rubare: tuffo nel fiume per fuggire dalla polizia

BresciaToday è in caricamento