Lasciano mogli e figlia: il dramma dei fratelli travolti e uccisi dall'albero

Florentin aveva 48 anni, Bejan ne aveva 42: da quasi 20 anni abitavano a Brescia con mogli e figlia. Mercoledì pomeriggio i funerali a Sanpolino

Aurelian e Florentin Marian Bejan

Da Brescia alla Romania il grande abbraccio di due comunità lontane, ma mai così vicine nel ricordo dei fratelli Florentin e Aurelian Bejan, 48 e 42 anni, morti entrambi schiacciati da un albero sotto cui avevano cercato riparo, mentre infuriava la tempesta. Sono morti sotto gli occhi attoniti dell'amico che era con loro, e che ha assistito alla scena a poche metri di distanza: è stato lui ad allertare i soccorsi. Purtroppo niente da fare.

I fratelli Bejan e il loro amico, un connazionale, sabato pomeriggio erano andati a pesca, a Urago d'Oglio. E' intorno alle 19 che la tempesta si avvicina, il vento comincia a soffiare forte: con le loro sedie pieghevoli, utilizzate fino a poco prima per pescare sul fiume Oglio, Florentin e Aurelian Bejan si sono avvicinati a un grosso albero, in cerca di riparo.

La tragedia in riva al fiume

Scelta infelice: in pochi attimi il tronco si è spezzato e gli è caduto addosso. Non gli ha lasciato scampo, schiacciandoli entrambi. Le salme dei due fratelli sono già state ricomposte: i funerali saranno celebrati mercoledì pomeriggio, con un'unica cerimonia alla chiesa ortodossa di Sanpolino.

I due abitavano nel Bresciano ormai da quasi 20 anni. Aurelian era arrivato nei primi anni 2000: lascia una giovane moglie, con qualche problema di salute. Lavorava come magazziniere e ogni tanto anche barista alla birreria Whurer, in città: insieme alla moglie abitava a Borgosatollo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavoro e famiglia

Florentin abitava invece a San Polo, con moglie e giovane figlia, una ragazza di 20 anni. Lavorava all'Ikea. Nel lavoro e non solo si erano fatti conoscere come due brave persone, sempre disponibili e pronti a dare una mano, il simbolo vivo di un'efficace integrazione. Tutto finito, ancora troppo presto. Se ne sono andati all'improvviso, per un colpo di vento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento