Celebrata la prima unione civile della Valle Camonica

Il comune di Braone ha celebrato nella giornata di ieri il primo rito di unione civile nella Valle. A promettersi amore eterno due valtellinesi.

fonte: Facebook

Dopo l’esordio a Odolo, in Vallesabbia (con l'unione tra due 40enni), arriva la Valle Camonica: è stato il primo cittadino di Braone, Gabriele Prandini, a celebrare la prima cerimonia di unione civile camuna tra due cittadini dello stesso sesso, Luigi «Gigi» Cabello e Valter De Fabianis. 64 e 61 anni, i due omosessuali vivono sotto lo stesso da undici anni in provincia di Sondrio, a Tresivio. 

Visibilmente emozionato, Prandini ha espresso rammarico per il fatto di non poter chiamare matrimonio la cerimonia celebrata. Le sue parole sono riportate sulle colonne di Bresciaoggi: «Non posso chiamare ufficialmente matrimonio quello che abbiamo celebrato perché il Parlamento ha voluto creare una distinzione simbolica tra un’unione di due persone dello stesso sesso e quella di una coppia eterosessuale. Mi sento ferito perché sono stato obbligato per legge, a trattare in maniera diversa Valter e Luigi rispetto a come tratterei una coppia eterosessuale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Impossibilitati a farlo nel loro comune, i due valtellinesi - che si sono scambiati simbolicamente le fedi che indossano da 11 anni, da quando convivono - hanno saputo da conoscenti che il sindaco di Braone da tempo si è dimostrato un baluardo dei diritti civili dei gay, perciò hanno deciso di compiere il grande passo nella nostra provincia. La prossima cerimonia di unione civile di Braone sarà celebrata già l’11 settembre. Presto, inoltre, un altro passo per il piccolo centro camuno, come annunciato dallo stesso sindaco: «Entro breve saremo pronti anche per il contratto di convivenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento