rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Desenzano del Garda

Ubriaco, tenta di sfondare a calci e pugni la porta di casa della ex

Ad evitare il peggio l'intervento di un vicino di casa della donna

Si è presentato a casa della ex compagna pretendendo di vedere il figlio. Al secco rifiuto della donna, l'uomo ha perso la testa: ha scagliato una raffica di calci e pugni sulla porta dell'abitazione della donna. Solo il tempestivo intervento del vicino di casa ha evitato che l'uomo sfondasse la porta e facesse irruzione nell'appartamento. Si è allontanato, ma solo temporaneamente, mentre la donna - una 50enne di casa nel centro di Desenzano- chiedeva aiuto ai militari. 

I carabinieri, giunti sul posto in pochi minuti, hanno notato la porta dell’appartamento danneggiata dai calci e dai pugni scagliati dall'uomo. La 50enne, terrorizzata, ha raccontato la lunga serie di maltrattamenti che aveva subito prima di decidere di mettere fine a quella convivenza da incubo. Proprio mentre la donna denunciava l'accaduto, l'ex è tornato sui suoi passi: nemmeno la presenza dei militari lo ha trattenuto, anzi, avrebbe dato di nuovo in escandescenza. 

Per lui sono quindi scattate le manette, per il reato di violenza privata e danneggiamento. Sottoposto a rito direttissimo - ovviamente in videoconferenza- il giudice ha convalidato l’arresto,  disponendo il divieto di dimora nel comune di Desenzano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco, tenta di sfondare a calci e pugni la porta di casa della ex

BresciaToday è in caricamento