Cronaca Sirmione

Ubriachi in Vespa, poi la fuga: "Il casco è obbligatorio? Non lo sapevo"

Serata movimentata in centro a Sirmione

Gli avevano raccontato che in Italia si può andare in moto senza casco: sarebbe questa la giustificazione che due turisti islandesi hanno dato alla Polizia Locale di Sirmione che sabato sera li ha denunciati e sanzionati. La pattuglia di pronto intervento era impegnata in un ordinario servizio di controllo quando, sulla via che porta al castello, ha incrociato una Vespa rossa con due persone a bordo. 

Fermati in Vespa, inseguiti a piedi

La moto ha attirato l'attenzione degli agenti in quanto il passeggero era senza casco. La Vespa è stata raggiunta e fermata: i due a bordo però hanno provato a fuggire a piedi. Il conducente dello scooter (che il casco ce l'aveva) è stato raggiunto da un giovane agente che l'ha immobilizzato in un prato: sottoposto alla prova etilometrica, il 29enne è risultato positivo con un tasso due volte superiore a quello consentito. Vista la sua reazione, è stato denunciato anche per violenza oltre che per resistenza e guida in stato di ebbrezza. Il passeggero della Vespa, 32 anni, è stato infine rintracciato in albergo e denunciato per resistenza.

"Continua l'attività di controllo del territorio - commenta Mauro Fezzardi, comandante della Polizia Locale di Sirmione - finalizzata a garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti. Grazie alla pattuglia di pronto intervento, presente fino alle 3 del mattino, siamo impegnati su numerosi fronti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriachi in Vespa, poi la fuga: "Il casco è obbligatorio? Non lo sapevo"
BresciaToday è in caricamento