Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Chiari

Il coraggio di un ragazzo bresciano: disarma rapinatore e salva un farmacista

Il rapinatore aveva una pistola, il 23enne di origine marocchina, nato e cresciuto a Chiari, lo ha immobilizzato e ha chiamato i carabinieri

Ha assisto ad una rapina e non ha esitato ad intervenire: insieme ad un amico è saltato addosso al malvivente, gli ha sottratto la pistola e lo ha immobilizzato fino all'arrivo dei carabinieri. Un gesto coraggioso, da  vero eroe quello di un 23enne di origine marocchina, nato e cresciuto a Chiari.

La rapina

La tentata rapina è avvenuta Turate, nel Comasco, nella sera dell'8 novembre, ai danni di un farmacista della Farmacia Comunale. L'uomo stava depositando l'incasso della giornata, circa 1.770 euro, nella cassa continua della Banca popolare di Sondrio, tra via Volta e via Vittorio Emanuele, quando un uomo - con il volto parzialmente coperto da uno scaldacollo- si è avvicinato e lo ha minacciato con un pistola.

Il provvidenziale intervento

Il giovane di Chiaro stava passando davanti alla banca insieme a un connazionale, quando ha visto un uomo armato di pistola che minacciava il farmacista. I due sono intervenuti senza esitare, riuscendo a disarmare l'uomo e a immobilizzarlo in attesa dell'arrivo dei carabinieri, che hanno ammanettato il rapinatore e portato al carcere Bassone di Como.
 

Chi è l'eroe

Il 23enne che ha salvato il farmacista si chiama Adnan El Aouni: nato e cresciuto a Chiari, da qualche anno gira l'Italia e il mondo per questioni di lavoro, mentre la sua famiglia vive ancora nel Bresciano. Grazie al suo sangue freddo il rapinatore - un italiano di 44 anni residente a Turate- è finito in manette. Oltre al reato di tentata rapina dovrà rispondere anche dell'accusa di porto abusivo di arma clandestina: la pistola che impugnava era infatti una calibro 45 con matricola abrasa.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coraggio di un ragazzo bresciano: disarma rapinatore e salva un farmacista

BresciaToday è in caricamento