Un finto incidente per spillare soldi agli automobilisti: presi i giovani truffatori

Sono stati individuati e denunciati dai carabinieri i due giovani truffatori che un paio di settimane fa avevano colpito a Genivolta, in provincia di Cremona

Sono stati individuati, e inevitabilmente denunciati, i due giovani autori di una lunga serie di “truffe dello specchietto”: si tratta di un arcinoto stratagemma truffaldino che però purtroppo continua a mietere vittime. I due malviventi fingevano un sinistro stradale, appunto uno specchietto danneggiato, e poi trattavano con gli automobilisti un risarcimento immediato, in contanti, senza ricorrere alla constatazione amichevole.

Gli ultimi colpi messi a segno risalgono a un paio di settimane fa, a Genivolta in provincia di Cremona: le indagini serrate dei carabinieri hanno così permesso di individuare i protagonisti della truffa, il primo originario di Montichiari ma oggi residente in provincia di Padova, il secondo nato a Reggio Emilia ma attualmente residente a Desenzano del Garda.

Sono considerati gli autori di altre tre probabili truffe purtroppo riuscite, tra Cremona e Milano. Dunque sono almeno cinque gli episodi contestati ai malfattori. Agivano a bordo di una Renault Modus, e sempre di giorno. Hanno però peccato di superiorità, colpendo due volte nello stesso paese. E i carabinieri li hanno presi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento