menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingono sordomuti per raccogliere donazioni: diverse vittime nel Bresciano

Tra i fermati, anche una ragazza minorenne. Diverse le vittime della truffa anche nella nostra provincia

Nel pomeriggio di venerdì i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di un servizio preventivo di contrasto ai reati contro il patrimonio, hanno sorpreso nel parcheggio del centro commerciale “Gran Rondò Ipercoop” di Crema quattro truffatori che da tempo gravitavano in zona. I quattro, fingendosi sordomuti appartenenti ad una Onlus, cercavano di raccogliere fondi da destinare a persone con la stessa disabilità.

Le vittime della truffa sono soprattutto anziani. Due uomini di origine romena, di 24 e 19 anni, e una donna di 24, tutti con precedenti penali a carico, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Cremona. Una ragazzina invece è stata denunciata alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Brescia per i reati di truffa in concorso aggravata e sostituzione di persona.

Per dare maggiore credibilità alla loro storia, i truffatori mostravano un foglio su cui sono riportati loghi di fantomatiche associazioni, foglio dove venivano registrati i dati di chi effettuava la donazione. I truffatori, che si qualificavano come membri della sedicente associazione “Handicap International”, sono stati trovati in possesso di denaro in contante in banconote di vario taglio, verosimilmente derivante da analoghe truffe perpetrate con identiche modalità nel Cremasco e nel Bresciano, come risulta dal ritrovamento di un modulo che riportava sei versamenti di denaro avvenuti nei Comuni di Crema, Cremosano (CR), Brescia e Berlingo (BS).

I carabinieri raccomandano di fare attenzione a chi chiede donazioni in denaro per strada, e nel caso si abbiano dubbi sull’autenticità dell’attività di raccolta fondi si invitano i cittadini a richiedere l’intervento delle forze dell'ordine, chiamando il 112. Chi nei giorni scorsi avesse donato denaro con le stesse modalità descritte, è pregato di mettersi in contatto con i Carabinieri.

Modulo truffa handicap-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento