Cronaca

Si finge il figlio e si fa fare dal padre due bonifici per 4.731,75 euro

Nei guai un 25enne residente in provincia di Brescia

Astuto, spregiudicato e fortunato a trovare la vittima giusta. Un 25enne di origini nigeriane residente in provincia di Brescia si è reso protagonista di una truffa molto conosciuta, ma che purtroppo miete ancora numerose vittime. In totale è riuscito a mettere le mani su 4.731,75 euro, prima di essere scoperto dalla vittima e dal (vero) figlio. 

I fatti. Il 25enne ha spedito un sms al numero di cellulare di un anziano di 83enne residente a Livorno, padre di un figlio frequentemente all'estero per lavoro. Al momento non è chiaro se il presunto truffatore abbia composto un numero a caso o per qualche ragione abbia avuto il contatto dell'anziano, fatto sta che fingendosi il figlio del toscano gli ha scritto di essere all'estero, di avere rotto il telefono (per questo motivo stava scrivendo da un altro numero) e di avere bisogno di un bonifico urgente da 2.480,95 euro, da versare su un preciso conto corrente. 

L'anziano non ci ha pensato due volte, non ha provato a chiamare il vero numero del figlio, ed ha effettuato il bonifico. Avuto successo una prima volta, il truffatore ci ha riprovato una seconda, chiedendo altri 2.250,80 euro. Anche questa volta il bonifico è stato effettuato. Proprio lo stesso giorno però ha fatto ritorno in Italia il vero figlio dell'83enne, che facilmente ha scoperto la truffa. Scattata la denuncia, i carabinieri della Stazione di Livorno Centro dopo un rapido lavoro di indagine sono risaliti al nigeriano residente nella nostra provincia, denunciato (in stato di libertà) per i reati di truffa e sostituzione di persona. Al termine delle indagini l'anziano potrà recuperare buona parte della somma persa.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge il figlio e si fa fare dal padre due bonifici per 4.731,75 euro
BresciaToday è in caricamento