Cronaca

Truffa da 100mila euro ai danni di un tedesco: nei guai tre persone

Un finto finanziere, accompagnato da un finto direttore di banca, ha imbrogliato un imprenditore tedesco con la promessa di un prestito da 3 milioni di euro.

Un orologio da 45mila euro e 60mila euro in contanti: questo il ricco bottino che per mesi alcuni malviventi hanno pensato di avere intascato, salvo poi dover fare i conti con gli agenti della Locale cittadina, venuti a capo di un intricato caso di truffa internazionale. 

Tutto è partito in primavera quando i truffatori hanno pubblicato su una rivista tedesca l'annuncio della possibilità di ottenere finanziamenti a tassi di mercato. Un imprenditore tedesco, attirato dalla prospettiva di fare un investimento da 3 milioni di euro nell'Europa dell'Est, ha contattato i recapiti dell'annuncio e dopo avere preso accordi è venuto a Brescia, teatro della trattativa. 

L'incontro è avvenuto il 19 maggio in piazzale Cesare Battisti. Ad attendere l'imprenditore c'era il finto finanziatore accompagnato da un finto direttore di banca, arrivati su un'auto di lusso (noleggiata). Esibendo documenti falsi, redatti su carta intestata di una banca (vera), in doppia lingua italiana e tedesca, i due si sono fatti consegnare una valigetta contenente i contanti e l'orologio come pegno da esibire al notaio. Dal notaio però i tre non sono mai arrivati: i due truffatori hanno infatti chiuso nell'auto l'imprenditore, e se ne sono andati. Una volta riuscito ad aprire l'auto, l'uomo ha dato l'allarme alla Polizia Locale. 

Le indagini sono durate mesi, e sono giunte a una soluzione solo grazie al frammento di una targa immortalata da una videocamera di sicurezza. Gli agenti hanno individuato in una villa di Carobbio, in provincia di Bergamo, la residenza del truffatore principale. Il 7 dicembre l'arresto, non semplice: dalla villa nessuno voleva aprire la porta, così gli agenti sono dovuti entrare forzando una finestra. La villa è stata sequestrata. Denunciati il finto finanziere, il finto direttore di banca e il noleggiatore di auto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa da 100mila euro ai danni di un tedesco: nei guai tre persone

BresciaToday è in caricamento