“Clarabella”: sgominata la banda che truffò l’azienda con assegno falso

A distanza di sei mesi dalla truffa da oltre 11mila euro subita dalla Cascina Clarabella è stata sgominata una banda di professionisti camuni della truffa.

11.750 euro. A tanto ammonta la truffa messa a segno ai danni della Cascina Clarabella, ma a distanza di alcuni mesi si è scoperto che si trattava solo della punta di un iceberg. Grazie a un imponente lavoro di indagini congiunte, effettuate dai carabinieri di Artogne, dal Radiomobile di Breno, dalle stazioni di Edolo, Cevo, Darfo, Pisogne, Marone, Bagnolo Mella e Seriate, e dalla Polizia giudiziaria si Brescia, è stata finalmente sgominata una banda di truffatori che negli ultimi due anni ha accumulato bottini per circa 300mila euro. 

Lo scorso ottobre una coppia di falsi imprenditori si recò presso l’azienda di Iseo, riuscendo a portare via 1.200 bottiglie di Franciacorta pagandole con un assegna falso. E proprio questa sarebbe la specialità della banda: truffe effettuate mediante assegni, carte di credito e documenti falsi. 

I cinque arrestati sono quattro uomini di cittadinanza italiana e una donna di nazionalità romena di 35 anni. Nei loro covi sono stati rinvenuti macchinari per falsificare i documenti, contanti per circa 30mila euro, e parecchia merce rubata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarebbero almeno 50 i colpi effettuati negli ultimi due anni tra Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Toscana, Veneto e Liguria. Tutti colpi importanti, il più odioso dei quali quello messo a segno ai danni della cooperativa sociale Clarabella che si occupa tra le altre cose di inserimento lavorativo e sociale di persone colpite da disagio psichico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Addio a mamma Susanna, caporeparto: il supermercato ha chiuso per lutto

  • Brescia sprofonda di nuovo nell’incubo: 315 nuovi casi e 57 morti in 24 ore

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus, cresce la mobilità in Lombardia: "Si spostano decine di migliaia di persone"

Torna su
BresciaToday è in caricamento