menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

30mila euro in contanti consegnati ai truffatori, la vittima un 80enne

Drammatica la storia che arriva da Pontedilegno, dove un anziano è stato privato dei risparmi di una vita, consegnati nelle mani di due truffatori senza scrupoli

Tutti i risparmi di una vita consegnati, in contanti, nelle mani di due malviventi. L’ennesima vicenda di truffa effettuata ai danni di anziani della nostra provincia arriva da Ponte di Legno, in Valle Camonica. Tanti gli anni della vittima, ottanta, tantissimi i soldi in contanti andati nelle mani dei truffatori, fortunati a trovare un bottino davvero ricco.

Tutto è partito nell’ufficio postale, all’esterno del quale la vittima è stata avvicinata da due persone molto distinte che, dopo essersi qualificate come funzionari del Ministero del Tesoro, hanno invitato l’anziano a mostrare loro le banconote che aveva nel portafoglio. Dopo una sommaria verifica, i due hanno detto che si trattava di banconote false, ed hanno chiesto all’uomo se nella sua abitazione avesse altro contante, per un ulteriore controllo. Il racconto è sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane.

L’anziano, convinto dai modi gentili e dall’eloquio forbito dei due truffatori, gli ha aperto la porta di casa e, dopo averli fatti accomodare, è andaro in camera da letto dove teneva nascosti ben 30mila euro in contanti. Una volta presi i soldi, che ovviamente sono stati spacciati per falsi, i due imbroglioni hanno addirittura finto una chiamata al carabinieri per spiegare quello che avevano trovato, dopodiché hanno rilasciato alla vittima una “ricevuta” con la promessa del rimborso e se ne sono andati a bordo di un’auto. Quando l’anziano, ormai disperato, si è reso conto del raggiro era troppo tardi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento