rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Trenzano

Evade dai domiciliari e va al bar, poi insulta e sputa contro i carabinieri: arrestato

In manette un 32enne albanese, condannato per spaccio di droga: era già fuggito diverse volte dai domiciliari. Ai militari avrebbe detto: "Arrestatemi pure, tanto dal carcere esco subito"

Avrebbe dovuto essere a casa a scontare una condanna per reati legati allo spaccio di droga, invece è uscito a 'fare festa' con alcuni amici e parenti. Non solo: quando è stato pizzicato dai Carabinieri, non ha esitato a ricoprirli di insulti e sputi, per poi arrendersi ed esclamare: 'Arrestatemi pure, tanto dal carcere esco subito'

La vicenda giovedì sera fuori da un bar di Trenzano, protagonista un 32enne albanese di casa a Commezzano- Cizzago, con alle spalle diversi reati e pure parecchie evasioni dai domiciliari. Non sarebbe infatti la prima volta che l'uomo lascia le mura della sua abitazione, dove è obbligato a restate, per recarsi nei locali della zona.

Secondo quanto riportato dall'edizione bresciana del quotidiano Il Giorno, da quest'estate l'uomo sarebbe già stato pizzicato quattro volte mentre girava per il paese, nonostante la misura cautelare. In tutte le occasioni, dopo una breve permanenza in carcere, tornava tra le mura domestiche per scontare il resto della pena. 

Anche giovedì sera per lui sono scattate le manette e si sono aperte le porte della prigione, ma uscirà a breve dato che il giudice ha disposto la scarcerazione, allungando il periodo di detenzione ai domiciliari. L'ultima parola spetta però al tribunale di sorveglianza, che potrebbe obbligarlo a scontare il resto della pena in un luogo ben diverso dalla sua abitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari e va al bar, poi insulta e sputa contro i carabinieri: arrestato

BresciaToday è in caricamento