Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Padre uccide a martellate due figli piccoli e si suicida: orrore in famiglia

Tragedia a Trento, protagonista un ex carabiniere in servizio sul Lago di Garda: il 44enne Gabriele Sorrentino, che dopo la mattanza si è suicidato gettandosi da una scarpata. A trovare i corpi senza vita dei piccoli è stata la moglie. I due hanno anche una terza figlia, che al momento della tragedia era in gita

Il cadavere di Sorrentino è stato trovato poche ore dopo dalle forze dell'ordine ai piedi di uno strapiombo roccioso a Sardagna, località non lontana da Trento, raggiungibile con una funivia. La sua auto, un Suv Volvo, era stata ritrovata in precedenza nel parcheggio dell'hotel Panorama, situato nei pressi della stazione di arrivo della funivia. 

"Il padre dei due bimbi mi aveva detto pochi giorni fa che stava per firmare il rogito per l'acquisto della casa" dice un vicino di casa. "Apparentemente - prosegue - se uno decide di acquistare casa dovrebbe essere una persona equilibrata e normale". "Non avrei mai pensato che Gabriele avrebbe potuto fare una cosa del genere, sembravano la famiglia del Mulino Bianco", dice il vicino di casa. "Qualche volta ci si incontrava sulla strada e Gabriele sembrava una bellissima persona, una persona che adorava i suoi bambini". 

Fonte: Trentoday.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre uccide a martellate due figli piccoli e si suicida: orrore in famiglia

BresciaToday è in caricamento