Cronaca

In 15 senza biglietto: il capotreno ferma la corsa e chiama la polizia

Un treno diretto a Bergamo costretto a fermarsi alla stazione di Palazzolo: 15 ragazzi si rifiutano di fare il biglietto, interviene la Polizia Locale. Gli altri passeggeri applaudono i poliziotti

Foto d'archivo

Una quindicina di persone, soprattutto ragazzi giovani, che non volevano proprio saperne di pagare il biglietto, né tantomeno di fornire le proprie generalità. Sul treno che da Brescia portava a Bergamo, sabato mattina: costringendo ad un lavoro straordinario gli agenti della Polizia Locale di Palazzolo sull’Oglio, saliti sul convoglio dopo segnalazione da parte della Polizia Ferroviaria.

Il capotreno avrebbe infatti segnalato la situazione alla Polfer, prima di fermarsi nei pressi di un binario morto in stazione proprio a Palazzolo. Una sosta di circa una mezzora, per permettere agli agenti della Locale di intervenire per tempo.

Sul treno 15 ragazzi, arroganti e scalmanati, buona parte di loro di origine straniera. Alla vista del controllore si sono rifiutati di fornire le proprie generalità, oltre che ovviamente di pagare il biglietto. Ci è voluta la Polizia per ristabilire l’ordine: alcuni di loro sono riusciti a scappare, altri sono stati fermati, identificati e multati.

Una sanzione di circa 40 euro a testa, e poteva andargli anche peggio. Notizia curiosa: alcuni pendolari e passeggeri del treno, alla vista dell’arrivo dei poliziotti, si sono lasciati andare ad un lungo applauso di approvazione. Un ‘blitz’ che è piaciuto anche in stazione, dove in molti lamentano una perenne mancanza di sicurezza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 15 senza biglietto: il capotreno ferma la corsa e chiama la polizia

BresciaToday è in caricamento