Cronaca

Cade in un dirupo: ritrovata il giorno dopo con numerose ferite e fratture

Una storia a lieto fine, almeno stavolta: è stata ritrovata viva l'anziana di 86 anni che era scomparsa a Vesio di Tremosine

Almeno stavolta, una storia a lieto fine. Certo se l'è vista davvero brutta la donna di 86 anni che ha passato una notte all'addiaccio, nei boschi di Vesio di Tremosine, dopo che si era allontanata martedì sera dalla casa di riposo della frazione. Intorno alle 8 c'è stato il ritrovamento: sana e salva, anche se in gravi condizioni e per questo ricoverata d'urgenza (in codice rosso) in ospedale.

Secondo quanto ricostruito dal Soccorso alpino, la donna si sarebbe diretta lungo un sentiero, allontanandosi per circa un chilometro, oltre il cimitero. E' stata avvistata in un dirupo, e subito raggiunta dagli operatori del soccorso: è stata posizionata sulla barella spinale e poi trasferita sull'elicottero con un verricello.

Più di 40 persone impegnate nelle ricerche

La scomparsa era stata segnalata intorno alle 19.30: immediatamente erano scattate le ricerche, con l'impegno congiunto di Soccorso alpino, Vigili del fuoco, Protezione civile e forze dell'ordine. Tra tecnici e volontari erano almeno una quarantina gli effettivi schierati, anche con il supporto dei cani molecolari del Cnsas. Le ricerche sono proseguite anche di notte, fino all'atteso (anche se insperato) ritrovamento.

Sarebbero stati proprio i cani ad avvicinare gli operatori al luogo del recupero. L'anziana sarebbe inciampata e precipitata nel dirupo, fortunatamente senza conseguenze troppo gravi. Certo meglio essere cauti, vista l'età avanzata, ma il peggio sembra ormai passato. A causa della caduta ha riportato varie ferite, contusioni e anche fratture.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in un dirupo: ritrovata il giorno dopo con numerose ferite e fratture

BresciaToday è in caricamento