rotate-mobile
Cronaca Tremosine / Vesio

Il dramma di Nicolò: malore mentre pedala, muore tra le braccia di un amico

La tragedia lungo i sentieri del parco dell'Alta Garda: la vittima aveva solo 37 anni

Ucciso da un malore improvviso mentre, in sella alla sua mountain bike, percorreva i sentieri dell'Alta Garda. È il tragico destino di Nicolò Adami, 37enne di casa a Sommacampagna, nel Veronese. 

Il 37enne era in compagnia di un amico: stavano affrontando il sentiero che da Vesio porta a Passo Nota, sopra l'abitato di Tremosine. Erano circa le 13 di sabato quando, durante una salita, il compagno di escursione di Nicolò non l'ha più visto. Immediatamente si è allarmato ed è tornato indietro a cercarlo. Dopo pochi metri la tragica scoperta: il 37enne era riverso a terra, esanime.

Scattata la chiamata ai soccorsi, sono state inviate un'eliambulanza e le squadre del soccorso alpino. Inutili, purtroppo, i tentativi di far ripartire il cuore del giovane: i sanitari, una volta arrivati sul posto, non avrebbero potuto far altro che constatare il decesso.

Nessuna autopsia è stata disposta: medici e carabinieri avrebbero pochi dubbi sull'origine naturale del decesso, causato - molto probabilmente - da un infarto. La salma di Nicolò Adami è quindi stata restituita ai familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Nicolò: malore mentre pedala, muore tra le braccia di un amico

BresciaToday è in caricamento