Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Tremosine

Tragica immersione: sub muore nell’Alto Garda

48 anni, polacco, in vacanza sul lago, è stato riportato in superficie dagli amici che con lui sono scesi nelle acque antistanti il porto di Tremosine.

Si tratta di una delle aree più profonde dell’intero lago di Garda, chiamata «largo dei minatori», celebre per i sub che vi giungono da ogni parte. Questo il teatro della tragedia andata in scena nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 9 giugno, tragedia che è costata la vita a un turista polacco di 48 anni.  

Darius Pawlusz, questo il nome del subacqueo, era in Italia per una vacanza con un gruppo di amici, alloggiati con lui in un camping di Limone. Nel pomeriggio di ieri tutti assieme si sono recati nelle acque di Tremosine, nel tratto di Benaco tra il bivio della strada della Forra e l’ingresso della vecchia galleria. 

Il malore è stato accusato intorno alle 18: i compagni di immersione di Darius hanno notato i suoi strani comportamenti e movimenti, ed hanno capito che accusava qualche problema. Riportato in superficie hanno chiamato i soccorsi: i sanitari della Croce Bianca di Limone, quelli giunti a bordo dell’auto medicalizzata partita da Gargnano, e infine i medici dell’eliambulanza del Civile hanno tentato a lungo - per oltre 40 minuti - di salvare il 48enne, ma senza riuscirvi: alle 19.20 è stato constatato il decesso.
La salma del sub e? stata trasportata all’ospedale di Gavardo, dove è a disposizione dell’autorita? giudiziaria.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragica immersione: sub muore nell’Alto Garda

BresciaToday è in caricamento