Cocaina nascosta nei muri, tre siriani e un marocchino in arresto

Gli arrestati sono tutti clandestini. I Carabinieri sono arrivati a loro grazie alle segnalazioni dei cittadini e hanno sequestrato nell'appartamento di Leno contanti e diverse centinaia di dosi di cocaina già pronte, nascoste nelle fessure dei muri. I quattro sono a Canton Mombello

Foto di repertorio

LENO – Ai cittadini attenti di un paese nulla sfuggono. Non passano inosservati i movimenti “strani”, tanto meno i viavai di persone a ogni ora del giorno e della notte. E non ci stanno: i cittadini di Leno si sono così rivolti ai Carabinieri, che in breve hanno completato il puzzle.

Un puzzle tutto bianco, in realtà: in paese si teneva uno smercio di cocaina “coordinato” da tre siriani e un marocchino privi del permesso di soggiorno. Erano loro, pare, gli “hub” della bianca, tanto a Leno quando per i paesi limitrofi. 

Nella loro abitazione, perquisita, gli uomini dell’Arma hanno recuperato diverse centinaia di euro in contanti e centinaia di dosi di cocaina già pronte, nascoste nelle fessure dei muri dell’abitazione. 

I quattro, colti in flagrante, sono stati arrestati, processati per direttissima e trasferiti a Canton Mombello. Il processo sarà completato il prossimo 12 settembre. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento