Traffico di rifiuti: chiesta la sospensione dell’attività per A2A Ambiente

La richiesta del procuratore aggiunto Sandro Raimondi nell’ambito dell’inchiesta sul traffico di rifiuti dalla Campania e che coinvolge anche quattro aziende bresciane, tra cui A2A: sospensione temporanea dell’attività

Traffico di rifiuti dalla Campania: il procuratore aggiunto Sandro Raimondi ha chiesto la sospensione temporanea dell’attività (interdizione dall’esercizio) per tutte e 14 le attività coinvolte nell’inchiesta. Tra queste, insieme ad altre aziende bresciane – la Trailer di Vobarno, da dove le indagini sono cominciate, la Crystal Ambiente di Brescia, la Autotrasporti Luterotti e la Linea Ambiente di Rovato – c’è anche A2A Ambiente.

I legali di A2A ovviamente ribadiscono di come la società non avrebbe commesso “alcun illecito e neppure reati”. Ma il giudice per le indagini preliminari è chiamato ad esprimersi entro un mese, sulla richiesta di sospensiva dell’attività. Sarebbe una cosa mai successa prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

Torna su
BresciaToday è in caricamento