rotate-mobile
Cronaca Brescia 2

Sequestro-monstre: montagne di marijuana e cocaina, arrestate 16 persone

Maxi-operazione dei carabinieri di Brescia: arrestate 16 persone (tre sono in fuga) accusate di associazione per delinquere e spaccio di droga. Tonnellate di droga venivano trasportate dall’Albania e dall’Olanda

La droga arrivava dall’Albania e dall’Olanda per essere poi smistata nel mercato lombardo e nazionale. La marijuana viaggiava in gommone, partiva da Valona e di solito raggiungeva le spiagge della Calabria: la cocaina invece viaggiava in automobile, nascosta in doppi fondi, e si fermava invece a Brescia Due. Un traffico illecito che sarebbe andato avanti per più di un anno, adesso sgominato dai carabinieri.

Sono ben 19 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal giudice al termine delle indagini coordinate dai militari di Brescia: fanno tutti parte di una banda di italiani e albanesi, tra cui una donna, quasi tutti già noti alle forze dell’ordine e ora accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Dei 19 destinatari dell’ordinanza solo 16 sono stati effettivamente fermati: 15 abitano a Brescia e provincia, il sedicesimo in provincia di Trento. Quattordici di loro sono stati trasferiti direttamente in carcere, per due invece sono bastati gli arresti domiciliari. I tre che mancano si sono dati alla fuga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro-monstre: montagne di marijuana e cocaina, arrestate 16 persone

BresciaToday è in caricamento