Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Toscolano-Maderno

"Mi ha derubato, o mi aiutate o l'ammazzo con le mie mani": scatta la caccia all'uomo

Minacciava di uccidere la moglie: rintracciato, è stato arrestato e portato in carcere

Foto d'archivio

Quattro giorni fa, un 59enne cingalese di Toscolano Maderno si è presentato dai carabinieri del paese per denunciare una presunta sottrazione di beni da parte della moglie.

Non era un caso come altri, quell’uomo era stato arrestato un anno fa proprio per maltrattamenti alla donna, violenti e ripetuti, tanto da ricevere un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Brescia. L’uomo non si era mai adeguato al rispetto della misura ed era stato arrestato più volte per evasione. Ultimamente era sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e al divieto di avvicinamento alla moglie. L’epilogo qualche giorno fa.

L’uomo si è presentato per denunciare il presunto furto, ma, dopo il chiarimento con i militari, ha dichiarato che avrebbe cercato la moglie per farsi giustizia da solo, uccidendola, e poi si sarebbe costituito. Diffidato a rispettare le misure imposte e a desistere dalle gravissime intenzioni, i militari hanno subito attivato un'attenta sorveglianza in protezione della donna, informando il Tribunale di Brescia delle frasi intimidatorie pronunciate in loro presenza.

L’Autorità Giudiziaria non ha perso tempo e già la mattina successiva ha trasmesso un’ordinanza di custodia cautelare. Non trovandolo a casa, è stata attivata una vera e propria caccia all’uomo tra le province di Brescia e Bergamo, che si è conclusa grazie all’intervento dei carabinieri della Stazione di Bergamo Bassa che, attivati dai colleghi di Toscolano Maderno, hanno rintracciato il 59enne e lo hanno arrestato, portandolo poi direttamente in carcere.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi ha derubato, o mi aiutate o l'ammazzo con le mie mani": scatta la caccia all'uomo

BresciaToday è in caricamento