rotate-mobile
Cronaca Toscolano-Maderno / Lungolago Zanardelli

Toscolano Maderno: nuovo allarme, cagnolini avvelenati in centro

Decine di intossicati e un barboncino morto, avvelenato in pieno centro: sulla vicenda indagano ENPA e Carabinieri. Il sindaco corre ai ripari ed emette un'apposita ordinanza: "Basta bocconcini avvelenati"

Un’altra storia di avvelenamento di cani sconvolge questa volta l’alto Garda, e in particolare Toscolano Maderno: nelle ultime settimane sono arrivate in Comune diverse segnalazioni, mentre un povero barboncino è morto di dolore, e la sua padrona ha denunciato il fatto ai carabinieri.

Estate amara per gli amici a quattro zampe, che si trovano a fronteggiare una nuova emergenza dopo quella del parco di Rivoltella, a Desenzano del Garda, dove ad inizio giugno già si contavano cinque morti, o quella dei boschi di Monticelli Brusati, al confine con Provezze, anche qui cinque decessi e in poche settimane.

A Toscolano la vicenda si fa più complessa: stando alle testimonianze, gli avvelenamenti sarebbero avvenuti proprio in centro storico, con bocconcini e crocchette imbevuti di sostanze tossiche, anche topicidi. Il sindaco ha disposto un’apposita ordinanza, che vieta l’utilizzo di esche o bocconi avvelenati, segnalando poi quelle che sono considerate le zone più a rischio, dal lungolago alla statale.

Già avviate le indagini dei Carabinieri, a seguito di più d’una segnalazione, sul posto in tempi brevi anche l’ENPA (Ente Protezione Animali) di Brescia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscolano Maderno: nuovo allarme, cagnolini avvelenati in centro

BresciaToday è in caricamento